"La natura è come una tavolozza bianca sulla quale puoi dipingere ciò che vuoi. Credo molto nel territorio in cui vivo che offre tantissime opportunità incredibili basta soltanto provarci mettendo in moto la creatività e facendoti spingere da un'idea che ti guida. Cambiano i sistemi ma l'uomo e la natura sono sempre gli stessi. La corsa nella natura è ciò che ha sempre permesso all'uomo di viaggiare, conoscere e soprattutto sognare. Se lo faccio io c'è tantissima altra gente che può farlo. L'importante è puntare a qualcosa e darsi un obiettivo al proprio livello, sarà comunque un'impresa e se condivisa con gli altri può essere uno stimolo per guardare oltre".

domenica 29 marzo 2009

Camminata con l'A.V.I.S. di Annone

Peccato che all'8° km la batteria del Garmin mi ha abbandonato.....cmq un gran bel giro fatto a 12.50/km con Edith. Interessante sarebbe portare questa manifestazione a tagli più interessanti e per tutti: 5 km, 10, 18, 25.
Why not? 
In serata pubblicherò qlc foto.

sabato 28 marzo 2009

Trail running in the rain

Ieri sera ho visto delle belle interviste sportive in streaming. Quella che mi ha maggiormente colpito è stata quella di Alex Schwazer (guardala sul sito RAI). Una lucidità e una profondità nelle risposte che avevo già riconosciuto nel forte marciatore altoatesino. Esempio per i giovani e per tutti. Veramente un grandissimo..... è l'atleta al quale cerco di ispirarmi anche se non marcio (a volte son marcio....).
E allora mi alzo bello pimpante alle 5.40 per far tutto con calma e predispormi con animo e corpo per una bella lavata.
L'idea è un po una sfida:vorrei salire 2 volte al Cornizzolo. E cosi è stato. Peccato per il freddo, la nebbia e la pioggia intensa perchèstavo bene epotevo scendere da S. Tomaso portando il tutto oltre la maratona.....
Beh, un altro mattoncino l'ho messo! 

Con il tempo che c'era posso dire di esser stato abbastanza bravo.....
35,50 km in 4h46' , 1850 m D+
(netti, lordi 5h)

Ignorare la pioggia....

Oggi corro. L'idea che ho in testa è molto allenante.....ma non proprio creativa: doppia salita del Cornizzolo e discesa da due versanti diversi. Penso che dovrebbe andare sui 35-40 km.Tempo permettendo si dice di solito.......buon sabato a tutti voi che vi bagnerete come me! 

giovedì 26 marzo 2009

Ripetute, prima volta.

Ho poco tempo oggi e sono un po stanco. Decido di fare per la prima volta un bel 5 x 1000 con 3' di recupero. Cosi ho deciso a sensazione e così sarà. Tutto fa brodo e poi vediamo com'è la corsa veloce (per me s'intende). 
Mi scaldo e poi produco il primo 1000 in 4'16"- il 2° in 4'28"- il 3° in 4'23"- il 4° in 4'28"-il 5° in 4'23". In totale 10 km.
E intanto penso ai prossimi impegni: 5 aprile Valetudo e poi? Qualcosina prima dell'Abbot's ci può stare....magari il 19 aprile. Boh, cerchiamo.....e vediamo.
Per le maratone entro fine settimana mi ioscriverò a Venezia a fine ottobre e magari Firenze. Tetto max di maratone su asfalto 5 per il 2009.


L'ora della terra 2009


Sabato 28 Marzo 2009, 20:30

Io aderisco e tu?

martedì 24 marzo 2009

Il solito, grazie.

Non è l'ordinazione fatta a un barista ma la corsa mattutina che oggi come altre volte ho fatto per recarmi sul luogo di lavoro (Annone-Olate di Lecco). Ritmo buono (5.41/km) se si tien conto dell'altimetria.....ma sono cmq stanco. Un pò per la discesa di domenica e un po per la mole di impegni tipica del periodo. Buona serata.

lunedì 23 marzo 2009

I campioni della tenacia....che bravi!!

Seregno e Roma, insieme per un giorno con le loro gare. Nella capitale la 15a edizione della maratona, nella vicina Brianza invece oltre ai 42195 m si è disputata un'affascinate 100 km. Molti sono da lodare in questo post. Ci provo.
Bravi al costante Max Mauri, un bel 3h e 17 ' corsi in scioltezza e a Ricky "Pibe" Ghislanzoni dei Falchi di Lecco che arriva poco prima.
Passando invece alla 100 km voglio fare i complimenti per il "garone" a Stefano Colombo che giunge 3° assoluto!! Impresa strepitosa per il falco lecchese, abbinata ad un gran crono.  
Fantastici gli ottimi Fabio "Valico" e Cesare "Ciaci" di Podismo Brianza: penso che sulla scia dell'entusiasmo e della soddisfazione faranno un bel 2009.....

Io ho un grande dubbio: Valetudo o TCE?
Mah.




domenica 22 marzo 2009

Smaltimento...

Trail non in programma...e un po improvvisato.
Resinelli (Rif. Alippi)-Calolden-Lecco-Monte Barro-Oggiono-Annone km 23. 
Il tutto dopo aver ingerito 3 pasticcini dopo un pranzo light condiviso con l'intera parentela...
Che brutte sensazioni! Poi da Lecco in poi penso di aver digerito e la musica è cambiata, per fortuna.

sabato 21 marzo 2009

...è di nuovo primavera...

E per un istante ritorna la voglia di vivere 
a un'altra velocità....
 
(I treni di Tozeur - Franco Battiato)

giovedì 19 marzo 2009

Le corse di domenica.

Su tutte le gare in programma il 22/3 spicca la maratona della Brianza e la 100 km (Seregno). 

Per gli amatori e i principianti ecco una bella tapasciata a Lecco:

Io vorrei andare a correre una bella 30 Km a Montevecchia, trail autogestito da Podismo Brianza

mercoledì 18 marzo 2009

Un bel 10.000 collinare

Corsa al tramonto, clima ventilato ma non freddo con terreno in condizioni perfette. Buone sensazioni "podistiche" in una settimana di grande impegno professionale....Rilassante.

lunedì 16 marzo 2009

E' uscita la lista di partenza!!


Si entra nell'atmosfera del lungo pre-gara.......
leggi qui i partenti.
Per il momento mettiamo ancora fieno in cascina a testa bassa.... sognando di essere tra i finishers!!

Ieri e oggi....en plein air!

Gran belle corse. Ieri e oggi, entrambe en plein air . 37 km e 24km.

Domenica mattina mi alzo con Anna alle 5.30: forse è il suo primo dentino che sta per spuntare! Fuori spunta il sole e io mi sto abbigliando con lo strato sotto da runner, quello sopra da scooterista essenziale (con foglio di giornale sulla pancia degno di una discesa del Giro d'Italia..).
Mi presento alle 7.20 al ritrovo, c'è già molta gente. Il primo che incontro e finalmente conosco è l'instancabile Fluido (Roberto Beretta) di PB (Podismo Brianza). Poi mentre aspetto iron-Max da Villasanta arriva anche Valico e alcuni atleti del Gruppo Marciatori Desio.
Con loro si chiacchiererà esclusivamente del prossimo impegno (loro...per fortuna) che è la 100 km della Brianza in programma domenica prossima a Seregno.
Si parte tranquilli, ma il mio GPS scende sotto i 5.20 raramente....poi per fortuna si saleverso il Lissolo e per me va un po meglio: salita, piano o discesa non mi cambia molto. Corro tranquillo e a testa alta e cerco di orientarmi per quanto mi è possibile. Le segnalazioni sono tante, ben posizione e tempestive. I ristori di cui mi servo (H2O e cioccolato) sono proprio dove vorrei!! Con Valico intraprendo la discesa..ma loro vanno un troppo forte peri miei gusti. Mi basta un'occhiata al Garmin che segna 4.25/km per "tirare i freni" ed evitare i danni. Li mollo quindi anche se alla vista non mi sfuggono mai. Corro solo e assaporo i silenzi mentre attraverso i campi. Un po tanto asfalto....ma mi sto divertendo. Verso la fine ho un po di dolore alle anche ma l'ultimo prato che attraversiamo è veramente uno spettacolo da cartolina. 
All'arrivo trovo Stefy che ha corso una 12km in attesa di Max: pensavo mi prendesse e invece arriva di li a poco confermandomi che non era proprio una scampagnata!! Il percorso collinare proposto è stato molto allenante. Saluto tutti, casco ben allacciato e luce accese anche di giorno...e mi perdo nella Brianza.....!!  
Il pomeriggio lo passo in famiglia, con Edith che mi invita a correre giù dalle discese che conducono al lago. Ma si! E' un bellissimo pomeriggio primaverile.

Il Trail del lunedì

Stanotte ho dormito bene....oggi posso correre ancora. Accompagno Edith a scuola, invio e ricevo un paio di mail e "sfoglio" le classifiche del WEnd e parto con intenzioni esplorative. Obiettivo dell'andata è il S. Genesio e in generale il Monte di Brianza. Con Barro e Cornizzolo sono questi tre rilievi che delimitano i "miei spazi" casalinghi. Dai primi passi mi accorgo che sarà una bella uscita escursionistica anche se vorrei fare un po più di 20 km. 
Salito a Ello per una ripida scalinata prendo la prima traccia che incontro: errore! Mi ritrovo ben presto a ravanare nei rovi....e non per poco. Interseco felice un sentiero che imbocco in direzione SE ma ben presto vedo che mi fa scendere.....Beh poco male, almeno corro un po senza preoccuparmi di cercare la strada. Sbuco a Ravellino per salire deciso a Scerizza, sentiero n°11. Qui non sbaglio più e mi dirigo all'eremo di S. Genesio. Una brevissima pausa e sono di nuovo in movimento per il Crocione e il sentiero della dorsale. Scendo a Ello tra una zona di pascoli e aziende agricole che dal basso neanche si scorgono, c'è una tranquillità bestiale. Adesso via sull'asfalto fino al lago (zona piscina) passando dal municipio di Oggiono. Gli ultimi sforzi sono allietati dalle acque annonesi sulla dx. Attraverso con qlc tensione un recinto di cavalli (mi becco anche una bella storta in un buco...) e sono a casa.
Un bel trail che si può sviluppare in termini di km.....ma anche così se fatto tutto di corsa può dare le sue belle soddisfazioni.
Provatelo!!  

Oggi esplorazione....

...del Monte di Brianza. Ieri impegnativa, ma bellissima non - comp a Monticello, 37 km.
Qui sotto percorso e altimetria, stasera breve report.

Buona settimana a tutti.

sabato 14 marzo 2009

Sgambatina aperitivo

Avevo una mezz'oretta prima di cena e mi son detto "perché non andare in relax al lago?". 6 km campestri in attesa dei 40 di domani a Monticello e del "trail del lunedì". Ho studiato un giro al Monte di Brianza (S. Genesio e Crocione). Domani sera sentiamo la gamba e progettiamo.....buon sabato sera, runners e non!! 

venerdì 13 marzo 2009

Pensavo di averne....

...e invece esco alle 13.00 convinto di fare una corsa breve e in scioltezza.....ma soffro di brutto.
Per fortuna sono vestito leggero perché un caldo bestiale mi spiazza non poco. Per la verità non sono proprio "fermo" ma il malessere e lo scarso piacere nel correre mi fa pesare tutto, anche il bel panorama dai profili nitidi. Di buono c'è che qualche cm di neve si scioglierà! Rientro a casa stanco e penso che nella maratona ho fatto meno fatica. Sembra strano ma è proprio così. Domani programmo o una passeggiata con Desy e Anna in montagna o un altro running punitivo. Tutto aiuta.

Logico!!

NEWS
Roma, 13 mar - Anche l'educazione fisica fara' media ai fini della promozione degli alunni delle scuole italiane a fine anno scolastico. ''L'impegno forte sul piano dello sport per un corretto stile vita'' . Lo ha detto il ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini in conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri.

martedì 10 marzo 2009

Cornizzolo e Barro: i dettagli.

Annone - Cesana  Brianza- Madonna della Neve - Monte Cornizzolo (vetta) - La Colma - Acqua del - S. Tomaso- Valmadrera - Val Faè - Monte Barro (vetta) - sentiero della creste - Galbiate - Rossa- Roncarolo - Donzeno - Annone.
Partenza solita, da Annone per Cesana dove ha inizio la salita asfaltata in direzione cava. Poco dopo esser passati sotto al ponticello della Cementeria di Merone (cava) parte il sentiero che mi porta dopo qlc minuto alla chiesetta della Madonna della neve (foto sotto). Il sentiero si allarga ma sale deciso costeggiando il bordo alto della cava. L'esposizione a sud è decisa...sembra di correre al mare!! Si passano 2 capanni (in lamiera) e si prosegue in costa con salita decisa da fare con grinta. Un tratto di bosco con sentiero stretto e inclinato porta proprio sotto il prato da dove decollano i parapendii
Da qui alla strada asfaltata occorre salire almeno 100m di dislivello. La vetta sembra vicinissima, si tira su dritti ma il dislivello è notevole e la velocità bassa. La croce del Cornizzolo e situata a quota 1240 m. Si scende svelti dalla piramide sommitale fino al rif. Marisa Consigliere (SEC Civate) e si corre in direzione ripetitore monte Rai. Qui occorre deviare a sx verso il Sasso di Malascarpa e Terz'Alpe: il sentiero è bellissimo anche se ancora parzialmente innevato. Dopo circa 1 km dietro una curva a dx occorre fare attenzione all'inizio di un sentiero con bolli gialli. E' tutto corribile ma ieri con ghiaccioe neve era molto pericoloso. Una caduta costituisce un grosso problema qui (chi vuol intendere...). 
Sbuchiamo alla Colma, bivio che conduce alla SEV, a terz'Alpe e a S. Tomaso (per poi deviare verso Pianezzo e Corno Rat).  Troviamo una fontana con acqua buonissima!! Qui il sentiero in discesa nel bosco (vedi foto sotto) è veramente veloce, bello e divertente. 
Si passa da S. Tomaso e di a poco si scende a Valmadrera dove si passa sotto alla statale 36 in prossimità del forno inceneritore. 
Il sentiero che percorre la Val Faè è proprio a pochi metri dalle fabbriche del fondovalle. Si sale subito decisi sempre in salita fino alla vetta del Barro che è a quota 922. Con qualche attenzione e senza fretta si scende in direzione SE per il sentiero delle creste dove occorre in almeno 3 tratti (brevi) usare tutte e due le mani per aggrapparsi alla roccia. Continuando sulle "gobbe" si perviene alla zona di soprastante via dell'Oliva, qui c'è un'ottima fontana. Siamo a Galbiate: occorre scendere dalla veloce strada poco trafficata in direzione Rossa, passare dalle piscine a lago di Oggiono e costeggiare le tranquille acque annonesi per fare ritorno a casa.

Qualche dato per avere un'idea:
30,5 Km - 1850 m D+ (circa).
 L'ascesa Annone - Cornizzolo sono 1000 m secchi e quella del Barro 700 m !!
Tempo di percorrenza di corsa (nei tratti dove è possibile) circa 4h20'.
Camminando direi anche 9 ore.

E il prossimo trail dove sarà?

lunedì 9 marzo 2009

Che fatica....ma gran bel giro!

Penso di aver fatto un giro abbastanza duro (quasi 31 km)....ma invito qualcuno  a darmi le sue sensazioni provandolo.
Se dico di essermi divertito sicuramente non trovo il giusto verbo per esprimermi......forse ho avuto un gran piacere di  far parte di un paesaggio e una natura spettacolare. Ancora una volta ripetendomi "quanto sei fortunato...".
Più tardi i dettagli.
......e che gran dislivello!!

In famiglia sull'Adda.

Bella mattinata, famigliare e in amicizia.
9,46 km ad un ritmo assolutamente trascurabile.....(scherzo!). Questa zona è ottima per la corsa in piano...per me un po fuori portata ma decisamente interessante.




giovedì 5 marzo 2009

Attenti a noi 4....

Ecco una foto di tutta la famiglia durante il sabato grasso (sabato scorso) ad Annone....!

martedì 3 marzo 2009

Pensieri post Piacenza

E' stato un bell'esordio. Non era certo il mio obiettivo dell'anno ma indubbiamente l'esordio in una maratona è qualcosa che ti ricordi per un pezzo. Soprattutto se nel tuo vissuto non hai mai corso nemmeno gare di 5, 10 km....!!
Il merito non è stato solo mio però.
La conoscenza che ho fatto negli ultimi tempi di alcuni significativi atleti/podisti anche grazie al blog è stata preziosissima. Ho ascoltato le loro parole con l'attenzione del  garzone al primo giorno di lavoro. Consigli, stimoli...praticamente sono stato coccolato e accompagnato al mio battesimo da runner
La cronaca (almeno quel che mi ricordo....)
Mi alzo presto e vedo che insieme alla colazione c'è apparecchiata la tavola con gli indumenti per la corsa. Speriamo che logisticamente vada tutto bene....Ricky e Stefano mi prelevano ad Annone con puntualità estrema: buon segno. Passiamo da Max che ci aspetta con Stefy alla Villa Reale e salgo in auto con loro. Si chiacchiera....i pensieri vanno alle gare d'arrampicata. Ma poi il saggio Max mi inizia la lezione di convincimento sul ritmo da tenere. "Decidi il TUO ritmo.....guarda il buon Garmin e via..." e ancora "non fare sparate in partenza che poi le paghi con gli interessi" e "devi arrivare, capito? in ogni caso la devi chiudere..."
Dentro di me la certezza di poterla chiudere è molto marcata.
Arrivo allo stadio e mi sembra già una fiera con visi noti.....atmosfera rilassata e distesa. Poi andiamo a prepararci e i riti degli atleti mi colpiscono: un forte aroma di gel (vaselina, pomate ecc) si diffonde per tutto il palazzetto mentre fissiamo il pettorale alla maglia (grazie Stefy). 
E' ora, si va. Indosso il sacco della spazzatura e dopo la foto ricordo scendo in griglia.....siamo così tutti vicini che ho quasi caldo. E poi sono cosi piccolo che il riparo dal vento è assicurato. Getto via il sacco e parto, partiamo. 
Tutti insieme, avanti tutti. Ognuno con la sua aspettativa, con il suo sogno.
Poco prima del via faccio la conoscenza dei ragazzi di Podismo Brianza, Cesare (er ciaci) e Fabio (Valico). 2 parole di presentazione e poi via fianco a fianco con Valico che con il suo copricapo da elefantino attira sorrisi, applausi e foto. Poi ogni tanto non lo vedo più...lui si ferma, saluta, scatta foto da turista e rientra. Io proseguo da solo come un metronomo: 5.26/5.27 al km regolare anche se la strada sale fino al 20° quando attraversiamo il pittoresco borgo di Grazzano Visconti. Qui ricordo la mia gita scolastica di 4a elementare.....
Da qui al 35° vuoi la leggera discesa vuoi che mi sento in equilibriomi sento veramente bene. Si le gambe non sono il massimo ma i polpacci sono freschi, il quadricipite pulito. Forse piccole contratture al bicipite femorale mi dicono di andar cauto. Intanto il Garmin mi dice ancora 5.27/km. Vuoi vedere che la chiudo in 3h e 50'? Sorrido ma non mi fido...Infatti in corrispondenza del 37/38° cala la temperatura, si alza un vento dal ovest e inizia a piovere fitto. Tra l'altro la strada qui è proprio brutta paesaggisticamente parlando. Non è crisi ma corro ai ripari con un bel calo di ritmo, sono un spaventato anche se le energie sono intatte. Ora siamo all'ultimo Km: Valico che ha assistito al mio calo mi incita. "Non mollare Giak". Io gli dico spesso "no, no" ma il gps mi dice che il ritmo precipita....aiuto. Eppure mi sembra di andare....osservo la mia corsa nelle vetrine del centro e in effetti ho un passo corto e radente. Dai, ultimi 200m. Giusto il tempo per riprendere l'atleta svedese con cui ho corso per gran parte della gara e taglio il traguardo.
La prima sensazione è strana.
Contento e stanco ma non stravolto. Mi gira la testa per il freddo...o l'emozione.
Subito penso che posso fare 3.45. 
Ho voglia di correre. Ovunque. Imparare a gestirmi, a sentire e seguire il ritmo.
Torno al centro sportivo dove incontro i tre moschettieri, lavati e rilassati. "Dai forza doccia e si mangia..."
Mi siedo a gustare la pasta che mi sembra la più buona del mondo. Penso di avere un sorriso a 42 denti e non solo per la pasta.
Ora torno a correr sui sentieri contento come un bambino a cui hanno appena regalato un giocattolo nuovo.

Grazie a tutti!!
 

lunedì 2 marzo 2009

Ricordi, articoli e foto. Piacenza 2009.

Belle emozioni quelle della mia prima maratona. Per ora pubblico solo alcune foto, sicuramente molto significative. 

e qui sotto una foto che mi ritrae con a fianco il famoso Valico è poco dietro con maglia rossa il Sindaco di Piacenza impegnato nella mezza.


domenica 1 marzo 2009

Maratona conclusa.


Il metronomo ha funzionato: 3h 53' 38" real time.
Soddisfazione e bell'esperienza.
Domani una breve relazione.....

ore 9.30: GO.

Inizia l'avventura. Tutto nuovo, tutto da scoprire.
 Via!
Segui QUI la diretta della gara.

Le chiavi di febbraio to Kominotti.







kominotti

 

60

22,64%

 

kominotti blog

 

7

2,64%

 

ima lecco

 

5

1,89%

 

colma di sormano sci di fondo

 

3

1,13%

 

manuela valsecchi

 

3

1,13%

 

nicola de mattia

 

3

1,13%

 

pista fondo cortabbio

 

3

1,13%

 

sci di fondo cortabbio

 

3

1,13%

 

3 numero perfetto

 

2

0,75%

 

atlantico a nuoto

 

2

0,75%

 

bolt 9.69

 

2

0,75%

 

che streaming

 

2

0,75%

 

ciaspolata lecco

 

2

0,75%

 

colma di sormano

 

2

0,75%

 

colma sormano

 

2

0,75%

 

cornizzolo

 

2

0,75%

 

foto manuela valsecchi

 

2

0,75%

 

gioco della molla

 

2

0,75%

 

giorgio anghileri

 

2

0,75%

 

il pescatore pelù

 

2

0,75%