"La natura è come una tavolozza bianca sulla quale puoi dipingere ciò che vuoi. Credo molto nel territorio in cui vivo che offre tantissime opportunità incredibili basta soltanto provarci mettendo in moto la creatività e facendoti spingere da un'idea che ti guida. Cambiano i sistemi ma l'uomo e la natura sono sempre gli stessi. La corsa nella natura è ciò che ha sempre permesso all'uomo di viaggiare, conoscere e soprattutto sognare. Se lo faccio io c'è tantissima altra gente che può farlo. L'importante è puntare a qualcosa e darsi un obiettivo al proprio livello, sarà comunque un'impresa e se condivisa con gli altri può essere uno stimolo per guardare oltre".

domenica 28 febbraio 2010

1 marzo. Brianza Trail - prima assoluta.

BRIANZA TRAIL
ORE 9.15 Annone di Brianza (LC)
km previsti 28-30

I luoghi dove passeremo domani....

Winter night trail e Adda bike

E per un istante ritorna la voglia di vivere
a un'altra velocità....
(I treni di Tozeur - Franco Battiato)
In questo WE non si può certo dire che non abbia impiegato bene il tempo che avevo a disposizione.....
Sono le 21 quando io e Stefano ci mettiamo all'opera correndo da Ballabio alla forcella di Olino: la luna piena e ci mostra una Grignetta maestosa di fronte a noi. Le nostre frontali sono spente, la strada che in questo tratto è asfaltata, ci pare bella, bianca e liscia.
La fatica sembra non esserci, saliamo e parliamo delle gare fatte e delle nostre speranze, delle idee e aspettative per i prossimi mesi, podistici e non.
Nonostante il passo rilassato arriviamo all'appuntamento con 25 minuti di anticipo: non c'è traccia di Emilio Marco e Pietro Nepal, gli amici bergamaschi che hanno avuto l'idea di questa uscita notturna. Passa un'ora, la temperatura e intorno allo 0 e i "nostri" non si vedono. La valle è silenziosa: non un movimento, non un rumore di passi...nulla!! Il paesaggio lunare è qualcosa di indescrivibile; la neve amplifica la sensazione di essere abbracciati da tutto questo bianco. Nel frattempo abbiamo constatato che al di la della strada tutti i sentieri presentano almeno 50-60 cm di neve crostosa sopra e soffice sotto.....e chi se lo aspettava?
Ecco il motivo del ritardo.....Emilio e Pietro arrivano abbastanza provati: ci salutiamo e discutiamo il da farsi anche se intanto stiamo correndo e nemmeno tanto piano!
Abbiamo le ghette ai piedi (con scarpe trail) quando iniziamo a sprofondare ad ogni passo. Io sono davanti e per fortuna peso meno di tutta la banda di runners....sono solo 4 km che ci dividono dalla Culmine di S.Pietro, ciascuno di noi sa che sarà una fatica enorme....ogni passo è una ripartenza ma senza dire una parola lasciamo al silenzio la nostra fatica e i nostri pensieri.
E' molto bello essere insieme a condividere un momento speciale....tutto riposa, le luci delle città esaltano una geografia da cartolina!!
Siamo ormai consapevoli che questa notte non potremo percorrere l'itinerario previsto: la neve raddoppia (se non triplica) tempi di percorrenza e sforzi. Ho un mal di schiena che si accentua ogni volta che il manto nevoso mi fa lo scherzetto di cedere sotto al mio passo.
Per noi lecchesi c'è la possibilità di un'alternativa interessante...
....cioè chiudere il cerchio con il "Giro del 2 mani". E così facciamo, un grazie e una forte stretta di mano a Emilio e Pietro che credo significhi un arrivederci ancora qui...magari ancora con la luna piena!
Siamo un po' freddi e i primi km hanno l'obiettivo di entrare in temperatura. Peccato non scendere dalla val Frera: sia il sentiero che scende dal passo che quello da fondovalle sono troppo innevati e ci costringono alla più lunga escursione stradale fino a Moggio, Cassina, Maggio, Balisio.
Percorriamo il rettilineo di Balisio alternando corsa a camminata, ormai ci siamo e al parcheggio del cimitero di Ballabio il nostro GPS segna 35 km: tutto sommato non male!!
Torno a casa svelto e faccio una bella doccia bollente, non mi dispiace aver corso un po' meno anche perché tra non molto dovrò partire per l'IMA's bike.....
2 ore di sonno saranno sufficienti? Mah, alle 5.30 sento un "papà...", Anna mi dice che è di nuovo giorno.....e allora via, si parte!!
La mia pedalata parte da casa in direzione Lecco - Rivabella - Vercurago - Olginate - Airuno - Brivio - Imbersago. Una classicissima uscita primaverile che per la verità non ho fatto così tante volte....gli amici questa volta sono quelli dell'IMA, la mia scuola.
Lo spirito che ci accomuna è qualcosa che va molto al di là del rapporto professionale di lavoro: l'amore per la natura e la gioia di poter "osservar andando" mi rendono facile la pedalata.
Neanche ci penso di aver corso di notte, al freddo e con la neve....ora c'è il sole e si sta benissimo!
In un attimo ci ritroviamo ad Imbersago dopo piccole "soste fotografiche" affascinati da cigni, anatre, riflessi e splendide viste sulle Grigne e sul Resegone.

Il ritorno, che nella parte terminale ci porta a percorrere la sponda ovest (Garlate-pescate) del fiume/lago, è meno fluido dell'andata: siamo tutti più stanchi....contenti e allegri quanto basta per riuscire a progettare la prossima uscita da estendere a tutti i colleghi, parenti e amici.
Torno a casa e mi scappa l'occhio sul Garmin: 75 km. Non male, no?

Ora mi butto a capofitto sul BT, Brianza Trail!

sabato 27 febbraio 2010

Dopo la Bomba il Razzo....

Giuliano Razzoli, Italia, medaglia d'oro!!
18 anni dopo l'oro olimpico del mito di S.Lazzaro di Savena.......

venerdì 26 febbraio 2010

Winter night trail...stasera ore 21, Ballabio.

Sarà la prima volta per me (e per Stefano) che affronterò un trail notturno in inverno.
L'idea viene dagli amici ST Emilio Marco e Pietro Nepal.
Credo ci aspettino una 50a di km con la luna piena ad allietare lo sforzo.....poi rientro a casa, doccia e via di altri 50 km....si però in bici, per fortuna!!
Boh, vi saprò dire......

lunedì 22 febbraio 2010

Brianza Trail, le motivazioni....

Premessa: l'idea del Brianza Trail nasce dall'intraprendenza di Paolo e Ciaci che trascinano me e Rnm in un bella 20 km sui colli brianzoli con partenza da Bevera di Sirtori. Io subito penso che "si può fare meglio", con tutto il rispetto per Paolo e Ciaci.....mi assumo la responsabilità della tracciatura e inizio a pensare!!
Diverse sono le possibilità dalle nostre parti: devo mettermi quindi dei paletti e seguire un senso logico per elaborare la proposta. Ho pensato a un giro sui 30 km con terreni misti (sterrato, asfalto, single track) che avesse come "cuore" il lago di Annone e che rimanesse sempre sui versanti rivolti al lago stesso.
Quindi ho scartato il bellissimo giro del Barro perchè non rientrava in questi parametri....quindi non un concatenamento di cime o monti ma un percorso, il + filante possibile e quindi corribile per almeno il 90%.
Ho scelto inoltre un senso di marcia per esaltare la miglior esposizione al sole nelle gelide mattine invernali.
Stamattina ho mappato la prima parte (e ho fatto ancora una bella mezza dopo i 20 di ieri pom....), settimana scorsa ho provato la seconda nel senso opposto e con neve.
Spero che diventi un classico giro di allenamento...non tanto perchè l'ho pensato io....ma perchè è veramente bello!!

Ecco in sintesi il giro:
Prima parte: Start palestra Annone - lago e ciclabile - Donzeno- Piscina Oggiono -Rossa-Solaro-Camporeso e discesa bellissima nei boschi fino a Galbiate.
Seconda parte: Galbiate-Mozzana (su asfalto) poi salita fino a Figina...Crocione, S. genesio, Scerizzetta, Marconaga, Ello, Oggiono, stazione, Pascolo- Annone.
NB Da Figina è possibile fare un gran taglio a Marconaga.

Un commento per chi non conosce i luoghi:
Dalla partenza al km 5,60 si corre negli splendidi boschi di Annone con una vista sul lago fantastica. Da sentiero a ciclabile sterrata (in via di costruzione) si arriva a Bagnolo dove si costeggia sempre il lago con asfalto e ciclabile cementata. Si arriva a Rossa dove termina il
piano e si inizia a salire con alcuni tratti impegnativi che portano fin sul Barro in loc. Camporeso: lo strappo che porta a Solaro è degno di nota (Ciaci amante delle salite apprezzera)!! Totale salita km 3,66...non poca....
Si scende per un sentiero da antologia (corribile in pieno...) fino a Galbiate dove si attraversa il paese per iniziare la salita su asfalto che conduce alla fraz di Mozzana (dalla chiesa a Mozzana km 2,05). Da qui su nel bosco decisi per 2, 30 km) e falsopiano fino alla splendida Figina.
E la volta di un'latro strappo fino al Crocione che si collega al S. Genesio con un tratto di magnifico bosco. Curva a dx e inizia la gran discesa!! Scerizza, Scerizzetta, Ravellino (fin qui 4 km), Marconaga, Vedizero, Molera, Oggiono centro.
Rientriamo ad Annone con 2-3 km nei campi in località Pascoli.

Io non vedo l'ora di provarlo....e voi?


BT, part one.

Oggi ho "tracciato" la prima parte:
13 km e 356m D+

Brianza Trail, 1 marzo 2010


BRIANZA TRAIL
33 km (da verificare...)
Giro panoramico tra il lago di Annone, il monte Barro e il monte di Brianza (Crocione e S. Genesio)
start lunedì ore 9.15 parcheggio palestra Annone di Brianza

domenica 21 febbraio 2010

La settimana che verrà...

Non ho ancora avuto il tempo di scrivere sui "giretti" di questa settimana che già il mio pensiero è pieno dei programmi della prossima.
In sintesi e in ordine (anche su richiesta di Paolo Kayakrunner) il mio programma. Cercasi compagni d'avventura.....soprattutto per la corsa notturna di venerdì!

Lunedì: da definire (trail da 20 km max)
Martedì: sci di fondo (almeno 20 km)
Mercoledì: Montevecchia km 18 (al 75%) o ritorno da Olate (km 15)
Giovedì: RIPOSO o corsetta da 7 km stradale
Venerdì:
TA di Emilio Marco

WINTER NIGHT TRAIL 26\27 febbraio

Io partirò alle 21 da Ballabio...si dovrebbe trattare di una 55 km su tutti i terreni, almeno 30 asfaltati ma deserti....il resto sterrato/innevato, battuto.
Attendo volontari:Paolo, Simone....e tutti gli amici di PB

Sabato: In bici sull'Adda, 50 km in allegria e scioltezza.

E poi tutti pronti per l'1 marzo (il percorso lo dettaglierò in seguito):

BRIANZA TRAIL
33 km
tra il lago di Annone, il monte Barro, e il monte di Brianza (Crocione e S. Genesio)
start lunedì ore 9.15 parcheggio palestra Annone di Brianza

giovedì 18 febbraio 2010

Montevecchia, missione possibile.

E' andato via liscio il mio esordio nella serale di Montevecchia: pioggia, pioggia, pioggia! Gran gruppo che allevia la fatica.....per me esordio anche nelle corse serali che non ho mai amato ma che d'ora in poi dovrò allenare visto l'impegno The Abbot's Way......

lunedì 15 febbraio 2010

Lassù sul monte di Brianza



L'hai "combinata" bella....spettacolo Pittin!!

Prima di addormentarmi metto su RAI 2 per le Olimpiadi: uhm, interessante c'è la 10 km di fondo della combinata nordica. Ma cosa ci fa un'italiano di 20 anni lì a metà gara che lotta per qualsiasi medaglia? E' Alessandro Pittin che dopo saltato si trovava in 6a posizione; si muove senza timore reverenziale.....e coglie un bronzo bellissimo!!
Ora posso dormire con in testa un gran momento di sport: grande, grande, grande Alessandro!
Immenso non solo per la medaglia ma per le emozioni che mi hai saputo dare seguendo il commento della coppia Bragagna/Belmondo.

sabato 13 febbraio 2010

Brianza Trail

Ottima uscita con gli amici di PB - Podismo Brianza:Ciaci, Rnm e Kayakrunner.
La mia bandeletta ha tenuto molto bene sullo sconnesso con neve. QUI il post di Paolo Kayakrunner QUI l'ottima"poesia" di Cesare- ErCiaci con qualche foto che documenta la bella giornata.
Leggi qualche info sulla zona.
Ora mi metto a "purificare" dall'asfalto questo giro e renderlo sempre più trail version.....

Si parte.

Si aprono i Giochi canadesi con un lutto.....ho visto oggi tutta la scena a velocità reale: impressionante. Avevo visto solo la sequenza fotografica e già era bestiale. E' brutto che si debba perdere la vita per lo sport....ma alcune attività hanno il rischio come parte del gioco.
Stasera ore 20.45 la discesa maschile.



domenica 7 febbraio 2010

Neve e sole, ciaspole e bob.

Tutti ai Resinelli!

Che giornata.
Forte come un mulo...
E poi c'è chi dice che non lavoro.....
tracciatura pista bob, spettacolo.
In serata poi un bel richiamino sul tapis roulant!!!!!
Domani e dopodomani GSS di sci a Bobbio.

venerdì 5 febbraio 2010

Neve inaspettata.

Sono le 6: mi sveglio spiazzato dalla nevicata notturna. Non è giornata da scooter mi pare chiaro....a Lecco piove ma quando ritorno verso le 11 ad Annone la neve scende intensa. Decido quindi di inaugurare le nuove ghette (Ande) che applico alle Salomon. 7,5 km nel bianco più assoluto. Esco di nuovo nel pomeriggio con Anna sulle spalle per una passeggiata.....e intanto la neve scende inesorabile....quando finirà? Le previsioni danno bello domani ma soprattutto domenica un bel sole e temperature massime alte. Domani mi stuzzica l'idea Corny o ciaspolata S. Primo, vedremo.
Buon WE a tutti.



lunedì 1 febbraio 2010

Corny Family

L'obbiettivo per i 3 Kominotti non è la cima ma il percorrere qualche bel tratto al sole....
una bella passeggiata sul soleggiato fronte S/SE... e la giornata fresca invoglia allo sforzo.
Il sovraccarico naturale mi permettere di allenarmi e di testare la bandeletta nella ripida discesa. Penso spesso a come allungare il mio TA CornyTrail: per la verità è già duro ma ci sono altre parti che meritano di esser percorse.
Ottima uscita di 9 km a cui ho fatto seguire una bella ma faticosa campestre da 10 km al calar del sole, della temperatura e della luce della mia frontale: per fortuna che i boschi annonesi li conosco bene!! Temperatura bassa in serata.
Domani giro walking nei quartieri alti di Lecco con limite quota a Versasio.

....e le riapro: giornata spettacolare!!

video
Video delle 8.40