"La natura è come una tavolozza bianca sulla quale puoi dipingere ciò che vuoi. Credo molto nel territorio in cui vivo che offre tantissime opportunità incredibili basta soltanto provarci mettendo in moto la creatività e facendoti spingere da un'idea che ti guida. Cambiano i sistemi ma l'uomo e la natura sono sempre gli stessi. La corsa nella natura è ciò che ha sempre permesso all'uomo di viaggiare, conoscere e soprattutto sognare. Se lo faccio io c'è tantissima altra gente che può farlo. L'importante è puntare a qualcosa e darsi un obiettivo al proprio livello, sarà comunque un'impresa e se condivisa con gli altri può essere uno stimolo per guardare oltre".

mercoledì 28 aprile 2010

AW 2010, sono pronto.

Sembrerebbe una sparata l'affermazione "Sono pronto". Non sarà uno scherzo affrontare questa avventura di 125 km con 5500 di D+, una sfida per cui mi sono misurato in questi 4 mesi con tanto impegno e tanta voglia di esserci.
Che viaggio!!
Ho sempre sognato una "cavalcata" di questo genere.....e ora che manca poco alla partenza sono veramente contento ed entusiasta: la tattica di gara mi affascina in modo ludico, come se non fossi io a mettermi sui sentieri e far fatica, tanta fatica.
Seguite il sito ufficiale...tra poco il momento del via.
Il 1 & 2 Maggio 2010 potete seguire la diretta della Abbots Way 2010 sul sito di Piacenza Sera
Logicamente non posso fare previsioni ma mi piacerebbe passare "alla mezza" in 10 ore.....si è vero che è un passo abbastanza svelto ma temo la comparsa del dolore al ginocchio. Più avanti mi sorprenderà e meglio sarà.
Questa settimana ho fatto 3 allenamenti, tutti e tre con ottime sensazioni nonostante il caldo. Quest'ultimo è molto pericoloso in gare del genere....ma a me non fa troppa paura, occorrerà non saltare neppure un ristoro nè solido nè tanto meno liquido.

Non so se domani avrò ancora tempo per scrivere: se così sarà vi saluto tutti......
La Via degli Abati 2010, un sogno da vivere con intensità.
E allora via!!!!!

domenica 25 aprile 2010

Grande Edith, 3a a Collebeato!!

Finali regionali di specialità. Edith è impegnata nella trave e nel corpo libero: il riscaldamento è disastroso per colpa di una caduta alla trave....e se il buon giorno si vede dal mattino penso che sarà una giornata storta....
Edith però dimostra di sapersi concentrare in brevissimo tempo...anche con ancora le lacrime agli occhi.
Si regala un 5° posto alla trave e un inaspettato 3° al CL per merito di un esercizio semplice ma fatto con decisione e concentrazione.
Un'altra bella esperienza che aiuta a crescere!
Brava Edith, sono orgoglioso di te.

sabato 24 aprile 2010

lunedì 19 aprile 2010

Una pioggia di colori....

Questa foto non è stata scattata ieri.
La giornata è dedicata al TAdda grazie all' intraprendenza dell'immenso Fluido da Verderio (LC) , un vero padrone di casa.
Previsti 43 km di corsa: io e Alberto, lui per il Passatore e io per l'Abbot's, decidiamo di allungarla un pò: TAdda plus, evvai!!
"Ma che colore ha una giornata uggiosa"? cantava Battisti (e forse scriveva Mogol): decisamente azzeccate le previsioni.....partiamo alle 7.20 da Brivio cantando, mica troppo, sotto la pioggia.
Al ritrovo di Paderno siamo già in una ventina: un saluto a tutti e si parte chiacchierando per nulla intimoriti dalle pozzanghere e dal fango che ci faranno compagnia per tutto il tempo.
Giornata grigia, tra l'altro a me l'Adda sa (da sempre) di luogo tetro e umido; umido sicuro....ma oggi siamo noi a colorare i suoi sentieri e i suoi angoli meno conosciuti.
La nostra guida Roberto ha fatto le cose per bene: 2 ristori utilissimi e soprattutto è riuscito a farci passare in luoghi caratteristici tra roccia e acqua.
Non vado oltre con la cronaca anche perchè c'è da leggere l'ottimo post di Paolo (belle foto).
Ringrazio Fluido per l'impegno nell'organizzare il TA e posso dire ancora una volta che è bello "essere felici facendo la felicità degli altri" .

Leggi anche l'articolo di Ciaci:

Tadda: liberi di correre.

e di Fluido:
Io torno a casa un pò preoccupato: la bandeletta è tornata a farsi sentire intorno al 45° km.
Non ci voleva proprio!!
Aspettiamo e vediamo (ma a Bobbio ci arrivo in qualsiasi modo....).

domenica 18 aprile 2010

venerdì 16 aprile 2010

Prese!

Pensavo che solo le Saucony mi dessero quella bella sensazione di calzata confortevole e ammortizzata e invece oggi appena le ho messe sono stato stregato. Ora le porterò a spasso anche sui monti per verificare se posso usarle anche nelle discese delle Sky-marathon.

giovedì 15 aprile 2010

Stanchezza e gioia, stato mentale?


19,08 km, 1300 D+, 2 ore e 52 minuti.


Stefano preme il tasto enter e il gioco è fatto....l’ e-mail parte, la corsa inizia. Gli rispondo “quando vuoi farlo?”. Partiamo mercoledì ore 19 da Pescarenico. Per me è un giorno tra i + duri dell’anno visti gli impegni del periodo...arrivo quindi un pò provato ripetendomi in auto che “la stanchezza è solo uno stato mentale”. Boh, speriamo sia vero.
Stefano è puntuale e iniziamo la salita asfaltata che conduce a Germanedo; dietro di noi sento i passi felpati di un runner, mi giro e vedo “Luca da Laorca” mia conoscenza della scorsa edizione dello Scaccabarozzi “ho letto sul blog....eccomi pronto!”.
Decisamente di buon passo saliamo a Campo de Boi passando da Neguggio, io quasi non mi accorgo di questa salita...sto bene anche se non sono stra in forma. Il tramonto definisce i contorni delle Grigne che da questa prospettiva svelano una linea interessante al nostro sguardo. Giù svelti a Deviscio per risalire dal sentiero 18, quello del passo del Cammello una rampa che non ci intimidisce...anzi io che sono davanti non mollo un cm e spinto vigoroso. Scollinato ormai è buio e provvediamo a indossare la pila frontale e a vestirci adeguatamente. Continuiamo sul sentiero natura passando alti rispetto alla conca del rifugio Marchett attraversando in prossimità dello ski-lift Bocca (parte a monte); di lì a poco siamo al Bar Milani.
Ci tuffiamo svelti giù dal sentiero della sponda: è una discesa molto tecnica per via di tanti massi instabili e per di più è buio!!
In poco tempo perdiamo quota fino a Malnago dove inizia il pezzo che mi ha dato maggior soddisfazione: la discesa dalla scalinata molto corribile passando per le viette strette di Falghera e Acquate ad un passo sempre continuo e abbastanza sostenuto.
Si, il bello della serata è stato proprio questo:la continuità del nostro correre così come fare una corsetta sulla ciclabile.
I dati infatti ci dicono: 19,08 km in 2 ore e 52 minuti con 1300 D+!!
Grazie a Stefano e a Luca per la bella serata e la piacevole compagnia.
Siamo fortunati ad avere i monti vicini a noi...o forse siamo noi vicini ai monti, siamo noi che pensiamo di poter fare un bel giro serale impegnativo e abbiamo l’ardire di provarci!
Sento che stiamo spostando l’asticella un po’ più in sù....salgo in auto, sto bene e mi dico forte: "la gioia non è solo un fatto mentale".
Alla prossima piccola "grande" avventura.

domenica 11 aprile 2010

TA Del cavallo Bardigiano

Stasera parto per l'appennino parmense scenario del bel trail ideato da Simone e in compagnia di Maurizio, Paolo e Carlo.
Prova percorso nuovo Abbot's way.....

sabato 10 aprile 2010

Riparte il Motomondiale....



...e io e Anna ci alleniamo!!

2 corse last second.

In entrambi i casi quando sono uscito di casa non avevo bene l'idea di dove volevo andare, vuoi per il poco tempo a disposizione vuoi per la sensazione di aver poco da fare nei km vicino a casa (...cosa rivelatasi non vera...).
Ecco i percorsi di mercoledì e venerdì:
Rosa. Ello-Marconaga-Ravellino-Scerizza-S. Genesio-Crocione-Figina-Ravellino-Marconaga-Ello.
km 14,77 D+ 641m
1 ora e 32 min

Azzurro ("L'onda"). Annone-Bagnolo-Rossa-Solaro-Camporeso-Sala al Barro-Isella-Civate-Pozzo-Suello-Isella-Annone.
km 20,66 D+ 450m
1ora e 50 min

Questo giro è piuttosto semplice come linea....valido soprattutto in salita se si corre sempre e si spinge a manetta. Poi rilassante e panoramico. Percorre parte del BT (Brianza Trail) al contrario.
Questo secondo giro è interessante, sempre corribile e con ottimo panorama in ogni momento. Sconsigliato nelle ore calde o scarsamente ventilate. Qualcosa in più del semplice giro del lago di Annone.

Consigliati come giretti serali o quando si hanno al max 2 ore di tempo da dedicare alla corsa.

venerdì 9 aprile 2010

Proposta "giretto" serale....

....partendo dall'idea di Stefano e da un rapido scambio di mail:

Mercoledì 14 aprile ore 19.00
chiesa Pescarenico -Lecco
stile: sky&trail (50% e 50%)
sviluppo, tempo e D+: ????? ( non meno di 3,5 ore)
zona: Resegone "basso"
materiale occorrente: pila frontale.

Si parte dalla chiesa di Pescarenico (quota 214), + precisamente dal parcheggio a NE della chiesa. Qui vedi la mappa del ritrovo e dei primi 2,55 km asfaltati fino alla località Neguggio a quota 417 (LC). Poi su per sterrata aggressiva fino a campo de Boi per imboccare il sentero 2 (vedi mappa) che ridiscende a Deviscio (funivia) e prosegue per la località Versasio. Poco prima del Bar Caminetto si inizia una salita in puro stile sky-race che porta in breve tempo (quello dipende anche da noi....) alla chiesetta dei Piani d'Erna a quota 1200. Questo è il sentiero 18 quello del passo del Cammello. Dal rifigio Marchett si risale alla bocchetta e al bar Milani per "tuffarsi" in discesa dal ripido sentiero della sponda. Bisognerà fare un pò d'attenzione perchè con il buio non si scherza....Arrivati al piazzale del funivia, 3° tempo volante con una birretta e discesa in città come descritto dalla mappa che trovate cliccando QUI. Ora forza con le adesioni!!!
D+ credo intorno a 1000 m.

PS: non vuol essere concorrenza all'OTTIMA Montevecchia......ma non avevo altro giorno!!

Devo andare!

2-3 ottobre 2010
iscrizioni da maggio......

venerdì 2 aprile 2010