"La natura è come una tavolozza bianca sulla quale puoi dipingere ciò che vuoi. Credo molto nel territorio in cui vivo che offre tantissime opportunità incredibili basta soltanto provarci mettendo in moto la creatività e facendoti spingere da un'idea che ti guida. Cambiano i sistemi ma l'uomo e la natura sono sempre gli stessi. La corsa nella natura è ciò che ha sempre permesso all'uomo di viaggiare, conoscere e soprattutto sognare. Se lo faccio io c'è tantissima altra gente che può farlo. L'importante è puntare a qualcosa e darsi un obiettivo al proprio livello, sarà comunque un'impresa e se condivisa con gli altri può essere uno stimolo per guardare oltre".

domenica 27 gennaio 2013

Val Cepelline Vertical UP

Se qualcuno aveva in mente che la DIRETTISSIMA al Cornizzolo fosse il sentiero più BREVE per salire in cima si dovrà ricredere...
Nell'immagine la salita è in rosso.
La discesa che propongo si sviluppa sulla mitica "Recta Via": un bel test per i vostri quadricipiti e ginocchia con marchio BREMBO ;-)

VAL CEPELLINE VERTICAL UP + RECTA VIA
Roadbook
Start dal Cimitero di Suello/Cesana.
Imboccare la strada dietro al cimitero e seguirla a dx verso una stanga.
Risalire in direzione cava l'avancorpo che si trova davanti alla stessa. Si sale decisi con l'aiuto di semplici catene.
Giunti alla cava sulla dx presso una selletta inizia il sentiero molto ripido e con catenelle che percorre la val Cepelline.
Dopo poco ci si collega al "fil di cava" e si tiene sempre la sx per tracce abbastanza marcate fino a risalire un pratone molto ripido.
Da qui si sale istintivi in un bosco di betulle e dopo esserne usciti la visuale è libera.
Prendete il righello e passando sul prato dei parapendii tirate svelti fino alla croce.
Bella salita che non molla mai al contrario della Direttissima che ha più di qlc momento di tregua.
Per scendere si attraversa al monte Pesora; si scende puntando dritti al lago di Pusiano fino alla strada che si percorre per 50 m, poi in prossimità di un bollo arancione sul guard rail si svolta a sxe si va giù per prati tendendo sempre a dx.
Qui ci si imbatte nel vero MUST: una discesa su un prato ripido dove è eroico tenere sempre le punte indirizzate a valle. Arriverete in breve tempo alla Madonna della Neve.....ma poco prima svoltate a sx ed entrate in cava per rilassarvi con alcune centinaia di metri su un'erbetta tipo S. Siro.
Da qui a occhio verso l'avancorpo di partenza dove di incontra il bel palazzetto di Cesana.
 In 2 minuti siete alla partenza....
Il D+ è di circa 930 m e lo sviluppo e di 8 km ca (salita 2,75km)

Quando volete provare...io ci sono.
Sconsiglio la percorrenza serale/notturna: soprattutto in discesa occorre attenzione.

1 commento:

Olivier Drchance ha detto...

Un bel dislivello in pocchi kilometri, ce possibilita per frasi male e mi piace, peccato un po lontano.