"La natura è come una tavolozza bianca sulla quale puoi dipingere ciò che vuoi. Credo molto nel territorio in cui vivo che offre tantissime opportunità incredibili basta soltanto provarci mettendo in moto la creatività e facendoti spingere da un'idea che ti guida. Cambiano i sistemi ma l'uomo e la natura sono sempre gli stessi. La corsa nella natura è ciò che ha sempre permesso all'uomo di viaggiare, conoscere e soprattutto sognare. Se lo faccio io c'è tantissima altra gente che può farlo. L'importante è puntare a qualcosa e darsi un obiettivo al proprio livello, sarà comunque un'impresa e se condivisa con gli altri può essere uno stimolo per guardare oltre".

venerdì 15 febbraio 2008

Sorella Anna.

"La nostra infanzia felice e serena non è sufficiente per mitigare il mio dispiacere....di oggi"

Ciao Anna!


Sai
nascono così
fiabe che vorrei
dentro tutti i sogni miei
e le racconterò
per volare in paradisi che non ho
e non è facile restare senza piu' fate da rapire
e non è facile giocare se tu manchi
aria come è dolce nell'aria
scivolare via dalla vita mia
aria respirami il silenzio
Non mi dire addio
ma solleva il mondo

portami con te
tra misteri di angeli
e sorrisi demoni
e li trasformerò
in coriandoli di luce tenera
e riuscirò sempre a fuggire dentro colori da scoprire
e riuscirò a sentire ancora quella musica
aria come è dolce nell'aria
scivolare via dalla vita mia
aria respirami il silenzio
non mi dire addio ma solleva il mondo
aria abbracciami
volerò
aria ritornerò nell'aria
che mi porta via dalla vita mia
aria mi lascerò nell'aria
aria com'è dolce nell'aria
scivolare via dalla vita mia
aria mi lascerò nell'aria


(Aria - G.Nannini)
CIAO GIAK,
E PER L'ULTIMA VOLTA "CIAO ANNA",
(mia caposcouts ai bei tempi del reparto...)

difficile parlare in questi momenti...occhi lucidi e sconforto...io e giorgio diciamo poco, ma ben conosciamo questi momenti...mi dico sempre che "è così e basta", non ci sono spiegazioni,su la testa e guardare avanti...che di forza ne hai da vendere...

(noi cmq ci siamo)
Ce & Gio
Carissimo Giacomo,
se l'amore è infinito come la vita e, se subiamo una perdita quando un essere amato se ne va e ci manca la sua forma è giusto chiedersi: -Cosa realmente ci manca?-
L'amore che diamo o quello che riceviamo?
E' possibile separarli? No! Perchè l'amore, come la vita esistono sempre!
Con la perdita fisica di un essere ci sembra che si sia interrotto un particolare flusso d'amore, che sia crollato un ponte, ci sentiamo aridi, ci sembra impossibile tornare ad amare, a dare, a ricevere.
Ci sembra che solo quel ponte poteva farci attraversare il fiume della vita e che nessun sostituto potrà andar bene.... eppure troveremo altre strade, non per rimpiazzare o sostituire, ma per i loro meriti, Amare di nuovo è naturale, come le lacrime.... “L'AMORE E'” ed è quello che abbiamo amato nel corpo fisico che lo incarnava.

Noi mettiamo sempre sullo stesso piano l'oggetto dell'amore e l'amore.

Quando una persona cara ci lascia ci affliggiamo perchè pensiamo di avere perso il suo amore, ma esso non se ne è andato da nessuna parte.
Continua ad esistere ed arriva a noi nei modi più impensati. L'amore è troppo grande per poter essere limitato e l'Universo ci rifornisce sempre di questa forza e bellezza.

L'amore non è mai assente siamo noi che immersi nel dolore chiudiamo le porte ad esso e con esso alla vita.

Con affetto Stella - Claudio

3 commenti:

simone ravasio 3c ha detto...

mi dispiace per quello che è successo prof.
so che sabato c'è stato il funerale ma non ci sono potuto venire.
si faccia forza,ciao

Giak ha detto...

Grazie Simone, grazie a tutta la nostra 3^C che rivedrò martedì mattina. Spero che oggi abbiate terminato la visione de "La vita è bella".....penso proprio che da questa frase tutti dovremmo SEMPRE vivere con entusiasmo e impegno ogni momento.

Anonimo ha detto...

Mi dispiace prof. Le più sentite codoglianze da me e da tutta la famiglia.

Marco Ruffinoni III A